Il sondaggio, il candidato è Massimo

wp-1456733052250.jpeg

Siamo molto felici di apprendere dall’edizione romana del quotidiano La Repubblica dell’esistenza di un sondaggio sulle prossime elezioni amministrative in città che attribuirebbe a massimo Bray una percentuale di elettori intorno al 13% e con un dato, dicono, ancora in forte crescita.

È l’ennesima conferma di quanto Roma senta la necessità di un candidato differente, con una forte attenzione per la cultura, ed una netta personalità, che abbia la capacitá di avvicinare e coinvolgere cittadini che attualmente non si sentono rappresentati.

Cittadini come noi, che vivono il quotidiano, pagano le tasse, agiscono in microsistemi che poi però rimangono all’ombra delle istituzioni. Cittadini che non vengono ascoltati, incontrati e in alcuni casi derisi. 

Massimo Bray invece, lo si può leggere anche nelle tante testimonianze lasciate nella nostra bacheca in questi giorni, rappresenta l’opposto di tutto questo e siamo fieri, nel nostro piccolo, magari, di aver contribuito alla crescita di quel 13% che, ci auguriamo, possa crescere sempre di più, fino a scalzare ogni dubbio sulla forza di entusiamare della sua candidatura.

#facceinnamora

Lettera aperta a Massimo Bray

img_6245-1

Caro “Sindaco”,

siamo un gruppo di cittadini con tante storie differenti che ha deciso di scriverti perchè guardando Roma, così com’è oggi, non si può restare con le mani in mano e si deve fare qualcosa per cambiarla.

In questi ultimi vent’anni il degrado ha preso il posto della bellezza. Noi vogliamo (avere la certezza di) costruire il presente a partire da quella bellezza che ancora non è perduta. Pensiamo che la nostra città debba essere rigenerata.

Le nostre priorità devono essere i trasporti, la sicurezza, la cultura, i nostri diritti, la vita di tutti i giorni, al centro come nelle periferie.

Non possiamo perdere ogni giorno due ore della nostra vita per recarci al lavoro (questo vale per chi ce l’ha, un lavoro), non possiamo vedere le strade ridotte come se ci fosse stata la guerra, non possiamo vivere tra cumuli di immondizia, non possiamo permettere che piova nelle scuole dei nostri figli, non possiamo venire a sapere di anziani che muoiono in solitudine senza che nessuno se ne accorga.

Vogliamo essere in prima fila nella lotta contro “mafia capitale” e la corruzione dilagante nelle istituzioni, vogliamo essere orgogliosi della nostra città e tornare in possesso dei nostri spazi, della nostra vita.

Roma deve essere vivibile, organizzata, sicura, ciclabile, respirabile, pulita.
Roma é di più é la capitale ed abbiamo bisogno di una visione capace di farci sognare, anche a piccoli passi, ma di essere d’avanguardia nel mondo.

Questa volta vogliamo votare un Sindaco di cui non ci vergogneremo mai, orgogliosi di aver indicato una persona onesta che ha lavorato bene come Ministro e che ha dimostrato di non agire per interesse. Una persona di cui portiamo ancora nel cuore l’umanità.

Servono coraggio, organizzazione e soluzioni, senza false promesse.
Per questo, Massimo, ti chiediamo di candidarti a Sindaco di Roma e di tornare a farci innamorare della nostra città.

Massimo, #FacceInnamora!

Massimo Bray Sindaco di Roma

facceinnamora@gmail.com